Unforgettable Childhood: la mostra dedicata ai bambini

Unforgettable Childhood: la mostra dedicata ai bambini

“Unforgettable Childhood”, presso il museo Carlo Bilotti Aranceria di Villa Borghese, via Fiorello La Guardia 6, fino al 16 febbraio

Un’infanzia che non si dimentica, “Unforgettable Childhood” un lavoro sinergico tra artisti internazionali che vuole esaltare quei ricordi d’infanzia che contribuisco e fanno da base alla creazione dell’adulto di domani. Oltre ottanta opere esposte che parlano di infanzia: emozioni, esperienze che ricordano e imprimono nella memoria quel sentimento di un’età, l’infanzia, dove tutto è possibile, quegli esperimenti che, con istintualità e naturalezza, fondano le basi dell’adulto che sarà.

Si tratta di una mostra gratuita ed estremamente interessante, dai giochi delle classi abbienti a quelli più poveri, che sottolinea quanto questi oggetti, le sensazioni e le esperienze che da essi vengono tratte, siano fondamentali quali basi del futuro dell’uomo e debbano essere ricordate. Ricordare il proprio passato aiuta a vivere il presente in maniera cosciente, è un meccanismo universale, vale per ciascun uomo e qualsiasi popolo, l’infanzia è un’esperienza comune a tutti, ciascuno di noi è stato bambino e ciò resta indelebile in ognuno di noi.

Oggeti ed opere esposte ad Unforgettable Childhood

Oggetti amati, giochi d’infanzia che ci collegano a possibili e futuri mestieri, penne, colori, articoli da cucito, materiali come legno, ferro, carta, tutto ciò con cui il bambino gioca ed esprime la propria curiosità e creatività. Attraverso queste opere esposte, gli artisti creano un percorso che unisce quei sentimenti puri e condivisi universalmente dell’infanzia, che creeranno poi, la base per un dialogo internazionale tra i Paesi diversi, culture e religioni, in questo caso un lavoro di artisti del Mediterraneo.

In mostra ad Unforgettable Childhood artisti italiani e israeliani: da Valerio Berruti, David Kassman, Ugo Nespolo, Riccardo Cordero, Margerita Grasselli, Avivit Egal, David Gerstein, a Edward Spitz; curatore Ermanno Tedeschi.

Biglietti: ingresso gratuito mostra e museo.

Info: wwww.museocarlorobilotti, info@museocarlobilotti.it, tel: 060608

Orari: martedì – venerdì ore 13.00-19.00, sabato e domenica 10.00-19.00 (ingresso fino 18.30). Lunedì chiuso.